Banca Progetto entra nella cessione del quinto. Intervista all’Amministratore Delegato Pietro D’Anzi

24 Marzo 2017

Debutto ufficiale di Banca Progetto nel settore della cessione del quinto dello stipendio.L’istituto, controllato dal fondo di private equity americano Oaktree Capital Management (che detiene più del 91 % del capitale), ha chiuso l’acquisto pro soluto di un portafoglio di 150 milioni di euro di crediti performing derivanti da finanziamenti assistiti da cqs emessi negli anni passati da primari operatori del settore.

L’operazione è avvenuta, come racconta Milano Finanza, tramite la società veicolo Diaz Securizations ed è stata strutturata da Banca Imi (gruppo Intesa Sanpaolo) in qualità di arranger, mentre lo studio Hogan Lovells ha ricoperto il ruolo di advisor legale. «Con questa operazione entriamo nella cessione del quinto», dice l’amministratore delegato di Banca Progetto, Pietro D’ Anzi, annunciando di essere «pronto a valutare l’acquisto di altri portafogli sul mercato, mentre proprio in questi giorni partirà la commercializzazione di un nostro prodotto di cqs».

Banca Progetto è arrivata a disporre di una rete di 70 agenti in attività finanziaria e, oltre alla cessione del quinto, opera già anche nel factoring e nei finanziamenti alle piccole e medie imprese.