Banca Progetto partecipa a Vinitaly 2022

5 Aprile 2022

Torna in presenza, dopo due anni di stop forzato, l’edizione più attesa di Vinitaly, crocevia internazionale delle tendenze e del business enologico per 4.400 aziende provenienti da 19 nazioni, a Veronafiere dal 10 al 13 aprile.

Brand riconosciuti, start-up e visitatori potranno conoscere da vicino l’offerta di Banca Progetto dedicata alla filiera italiana più di successo nel mondo. Saremo presenti presso Enolitech, il padiglione dedicato alle tecnologie per la produzione di vino, olio e birra che ospita circa 100 espositori italiani ed europei.

Banca Progetto supporta quotidianamente le PMI operanti nel settore agricolo con finanziamenti diretti al loro sviluppo e con servizi consulenziali ed informativi; in particolare, grazie al sito appaltipnrr.it le aziende agricole potranno rimanere aggiornate sulle opportunità offerte dal Piano e dall’intero sistema istituzionale.

Come registrato dall’Osservatorio Uiv-Vinitaly-Ismea l’ultimo anno rappresenta un record storico per il commercio di vino italiano nel mondo. Il 2021 si chiude infatti in crescita del 12,4% in valore, per un corrispettivo di 7,1 miliardi di euro e una bilancia commerciale, tra le più performanti del made in Italy, che segna un attivo di quasi 6,7 miliardi di euro.

Secondo l’analisi, l’Italia consolida il ruolo primario in ambito enologico grazie in particolare alle proprie produzioni Dop, che fanno meglio della media generale (+15,8% in valore) con gli spumanti (+25,3%) che grazie all’ennesimo exploit del Prosecco (+32%) doppiano il pur lusinghiero incremento dei vini fermi (+12,3%). Complessivamente le Dop del Belpaese rappresentano oggi i 2/3 delle esportazioni in valore registrate nel 2021. In rialzo, più contenuto, anche le Igp (5,4%) e i vini comuni, a +8,9%.