BP Logo
Page header image

Whistleblowing

Banca Progetto, in attuazione della normativa vigente, ha definito un sistema interno volto a consentire la segnalazione (whistleblowing), da parte di soggetti interni / esterni (per maggiori dettagli, si rinvia alla Policy in materia, pubblicata alla fine della pagina), delle violazioni - ossia di comportamenti, atti od omissioni - di normative nazionali o europee, applicabili all’attività svolta dalla Banca, che ledono l’interesse pubblico e l’integrità della Banca. Il sistema adottato dalla Banca assicura:

- la riservatezza dei dati personali del Segnalante, del presunto responsabile della violazione (Segnalato) e degli altri soggetti menzionati nella segnalazione;

- la protezione del Segnalante dal rischio di ritorsioni.

OGGETTO DELLA SEGNALAZIONE

La segnalazione deve contenere una circostanziata descrizione della violazione, ossia dei comportamenti, atti od omissioni considerati dal Segnalante in contrasto con la normativa, indicando, ove possibile, anche i documenti, le regole che si considerano violate e gli altri riscontri utili a condurre l’accertamento sui fatti contestati.
Il Segnalante ha, inoltre, l’obbligo di dichiarare se ha un interesse personale collegato alla segnalazione. Non sono ammesse segnalazioni aventi ad oggetto contestazioni, rivendicazioni o richieste legate ad un interesse di carattere personale del Segnalante che attengono esclusivamente al proprio rapporto individuale di lavoro.

In particolare, a titolo esemplificativo e non esaustivo, le segnalazioni possono riguardare:

- illeciti amministrativi, contabili, civili o penali;

- condotte illecite rilevanti ai sensi del D. Lgs. n. 231/2001 o violazioni del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo;

- violazione delle disposizioni dettate in funzione di prevenzione dei fenomeni di riciclaggio e finanziamento del terrorismo;

- illeciti commessi in violazione della normativa europea o nazionale applicabile all’attività svolta dalla Banca, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, gli illeciti relativi ai seguenti settori: servizi, prodotti e mercati finanziari; tutela dell’ambiente; protezione dei consumatori; tutela della vita privata e protezione dei dati personali; sicurezza delle reti e dei sistemi informativi;

- atti od omissioni che ledono gli interessi finanziari dell’Unione Europea, come individuati nei regolamenti, direttive, decisioni, raccomandazioni e pareri dell’Unione Europea;

- atti od omissioni riguardanti il mercato interno;

- ulteriori atti o comportamenti che vanificano l’oggetto o la finalità delle disposizioni di cui agli atti dell’Unione Europea.

CANALI DI SEGNALAZIONE INTERNA

È possibile segnalare una violazione tramite i canali interni, ossia:

- il tool informatico SignalACT di Inaz al quale si accede attraverso il seguente link: https://bancaprogettospa.signalact-inaz.it/whistleblowing;

- comunicazione scritta cartacea, consegnata a mano al responsabile della Direzione Legale, Compliance e Societario (*) o spedita in busta chiusa e sigillata allo stesso (*) presso la sede legale della Banca in Via Bocchetto 6, 20123 - Milano;

- comunicazione telefonica o colloquio diretto con il citato responsabile della Direzione Legale, Compliance e Societario (*).

(*) O al responsabile della Direzione Internal Audit, nei casi previsti dalla Policy in materia, pubblicata alla fine della pagina.

Una Guida per l’utilizzo del tool da parte del Segnalante è disponibile al seguente link https://signalact.it/guida-segnalatore/

Il responsabile invierà:

- entro 7 giorni dalla data di segnalazione, una conferma di ricezione della stessa;

- entro 3 mesi dalla data di conferma della ricezione della segnalazione, l’esito degli accertamenti condotti.

I suddetti canali non possono essere utilizzati per trasmettere un reclamo relativo a servizi bancari / finanziari e di pagamento offerti dalla Banca.

CANALI DI SEGNALAZIONE ESTERNA

È possibile segnalare una violazione tramite i canali esterni attivati:

- dall’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) secondo le modalità pubblicate sul sito internet https://www.anticorruzione.it/-/whistleblowing., dove è disponibile un link di accesso al tool per l’invio delle segnalazioni.

Il Segnalante può ricorrere a tale canale unicamente qualora


  • abbia già effettuato una segnalazione interna cui non è stato dato seguito;

  • abbia fondati motivi di ritenere che, se effettuasse una segnalazione interna, alla stessa non sarebbe dato efficace seguito ovvero che la stessa segnalazione possa determinare un rischio di ritorsione;

  • abbia fondato motivo di ritenere che la violazione possa costituire un pericolo imminente o palese per il pubblico interesse.

Inoltre, il Segnalante può rivolgersi ad ANAC anche per notificare eventuali atti ritorsivi conseguenti ad una segnalazione.

- dalla Banca d’Italia, secondo le procedure pubblicate sul sito internet https://www.bancaditalia.it/compiti/vigilanza/whistleblowing/index.html.

Logo Banca Progetto Footer
LinkedIn IconTwitter IconFaceBook IconInstagram Icon

Agenzie Convenzionate

Careers

Consulta le posizioni aperte

Candidatura spontanea

FAQ e assistenza

Contatti

Sicurezza

Trasparenza

Reclami

Disclaimer

Privacy Policy

Cookie Policy

PSD2 - Open Banking

Whistleblowing

Accessibilità

2022 Banca Progetto S.p.A. – Sede legale e Direzione Generale in Milano, Via Bocchetto, 6, 20123 Codice fiscale, Partita IVA e Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano 02261070136 – Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, al Fondo Nazionale di Garanzia e all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) – Iscritta all’Albo delle Banche al n. 5332 – Cod. ABI 5015 Capitale Sociale € 10.404.418,17 i.v.